HOME CHI SIAMO CONTATTI COLLABORAZIONI Studio Emys consulenza naturalistico ambientale studio valutazione di incidenza valutazione di impatto ambientale valutazione ambientale strategica relazioni paesaggistiche fitodepurazione licheni


CONSULENZA TECNICO AMBIENTALE

STUDIO PER VALUTAZIONE DI INCIDENZA

Studio Emys consulenza naturalistico ambientale studio valutazione di incidenza valutazione di impatto ambientale valutazione ambientale strategica relazioni paesaggistiche fitodepurazione licheni

Da anni le socie dello Studio EMYS lavorano nell’ambito della Rete Natura 2000, svolgendo Studi per la Valutazione di Incidenza di Piani e Progetti, partecipando alla realizzazione di progetti LIFE NATURA e valutando Studio di Incidenza a livello regionale.

LA RETE NATURA 2000

La Rete Natura 2000 è la rete europea di siti tutelati in virtù della Direttiva “Uccelli” 79/409/EEC e della Direttiva “Habitat” 92/43/EEC, la cui funzione è quella di garantire la sopravvivenza a lungo termine della biodiversità del continente europeo. La rete è composta dalle Zone di Protezione Speciale e dai Siti di Importanza Comunitaria.
La DIRETTIVA UCCELLI 79/409/EEC, recepita in Italia con la L.157/92, prevede la conservazione di tutte le specie di uccelli viventi allo stato selvatico nel territorio europeo degli stati membri. In particolare, le specie contenute nell'allegato I della Direttiva, considerate di importanza primaria, devono essere soggette ad una tutela rigorosa ed i siti più importanti per queste specie vanno tutelati designandoli Zone di Protezione Speciale (ZPS), introdotte nella Rete Natura 2000.
La DIRETTIVA HABITAT 92/43/EEC, recepita in Italia con il DPR 357/97 e il successivo DPR 120/2003, prevede la salvaguardia della biodiversità mediante la conservazione degli habitat naturali e seminaturali nonché della flora e della fauna selvatiche nel territorio europeo degli stati membri. Gli Stati sono tenuti ad identificare i pSIC (Siti di Importanza Comunitaria proposti), raccogliere i dati dei siti tramite la compilazione di formulari standard, sottoporli a valutazione della Commissione Tecnica Europea che li approva come SIC. In seguito alla pubblicazione dei SIC, gli Stati sono obbligati a designarli come ZSC (Zona Speciale di Conservazione) entro 6 anni.

Studio Emys consulenza naturalistico ambientale studio valutazione di incidenza valutazione di impatto ambientale valutazione ambientale strategica relazioni paesaggistiche fitodepurazione licheni

LEGISLAZIONE IN MERITO ALLO STUDIO D’INCIDENZA

L'articolo 6 della Direttiva "Habitat" 92/43/EEC disciplina la gestione dei siti Natura 2000 (incluse le ZPS designati in virtù della Direttiva "Uccelli" 79/409/EEC).
Un aspetto chiave nella conservazione dei siti, previsto dalla Direttiva, è la VALUTAZIONE DI INCIDENZA, introdotta dall’art.6, comma 3, alla quale dovrà essere sottoposto ogni piano o progetto che possa avere un'incidenza significativa sul sito.
La Valutazione di Incidenza è introdotta come unico strumento per tutelare l’integrità dei Siti di Importanza Comunitaria (SIC) e delle Zone di Protezione Speciale (ZPS), compresi nella Rete Natura 2000.
In ambito nazionale la Valutazione d’Incidenza è disciplinata dall’art.5 del DPR 8 settembre 1997, n.357. successivamente integrato dal DPR 12 marzo 2003 n.120 e dal DM del 20 gennaio 1999, in base al quale (comma 2) si stabilisce che vanno sottoposti a valutazione di incidenza tutti i piani territoriali, urbanistici e di settore, ivi compresi i piani agricoli e faunistico-venatori e le loro varianti. Sono inoltre da sottoporre a valutazione d’incidenza (comma 3) qualsiasi piano o progetto non direttamente connesso o necessario alla gestione del sito ma che possa avere incidenze significative su tale sito. Sono sottoposti alla stessa procedura anche i progetti o i piani esterni ai siti ma la cui realizzazione può interferire su di essi.

Studio Emys consulenza naturalistico ambientale studio valutazione di incidenza valutazione di impatto ambientale valutazione ambientale strategica relazioni paesaggistiche fitodepurazione licheni

PROCEDURA DELLO STUDIO DI INCIDENZA

Secondo la “Guida metodologica alle disposizioni dell’articolo 6, paragrafi 3 e 4 della direttiva Habitat 92/43/CEE” gli studi sono da realizzarsi per livelli:
- LIVELLO I: screening – individuazione delle implicazioni potenziali di un progetto o piano su un sito Natura 2000, singolarmente o congiuntamente ad altri piani o progetti, e determinazione del possibile grado di significatività di tali incidenze;

- LIVELLO II: valutazione appropriata – considerazione dell’incidenza del progetto o piano sull’integrità del sito Natura 2000 tenendo conto della struttura e funzione del sito. In caso di incidenza negativa si aggiunge anche la determinazione delle possibilità di mitigazione;
- LIVELLO III: valutazione delle soluzioni alternative – valutazione delle modalità alternative per l’attuazione del progetto o piano in grado di prevenire gli effetti passibili di pregiudicare l’integrità del sito Natura 2000;
- LIVELLO IV: valutazione di incidenza negativa in caso di assenza di soluzioni alternative – valutazione delle misure compensative laddove necessario il piano o progetto.

A ciascun livello si valuta la necessità di proseguire al livello successivo.

Per maggiori informazioni scaricate il nostro CURRICULUM VITAE oppure scrivete a info@studioemys.it oppure telefonate a Elena 347.7330414