HOME CHI SIAMO CONTATTI COLLABORAZIONI Studio Emys consulenza naturalistico ambientale studio valutazione di incidenza valutazione di impatto ambientale valutazione ambientale strategica relazioni paesaggistiche fitodepurazione licheni


IL PARCO DEL TICINO

CENTRO PARCO "LA SFORZESCA"

n

Con i suoi 94.923 ettari il Parco Regionale della Valle del Ticino, istituito nel 1974, è oggi riconosciuto a livello europeo come Sito di Importanza Comunitaria e Zona di Protezione Speciale per gli habitat presenti e la ricchezza di biodiversità.
L'organizzazione delle Nazioni Unite, inoltre, ha inserito la Valle del Ticino nel Circuito Mondiale “Man and Biosphere” (MAB) costituito da un totale di 425 Riserve della Biosfera in 94 paesi.

Il Parco regionale si sviluppa in un territorio che, partendo dal Lago Maggiore, arriva fino alla confluenza del Ticino nel Po presso il Ponte della Becca a Pavia comprendendo 3 province (Varese, Milano, Pavia) e 46 comuni.

Il FIUME

Lungo il suo corso il letto del fiume cambia di aspetto continuando ad interagire con l’ambiente circostante. In particolare nella zona di Vigevano l’alveo diventa ramificato originando ghiaioni e spiagge. Dalla riva si può scoprire la geomorfologia del fiume, si possono osservare uccelli acquatici o migratori. Tutto quello che vediamo ha qualcosa di affascinante da svelare, l’acqua, i pesci, i ciottoli grazie al forte legame che da secoli c’è tra il Ticino e la sua gente che ne traeva e trae ancora numerose risorse (energia, pesca, turismo, sport, “sassi bianchi”, oro). 

v

LA FLORA

I sentieri, che in questa zona si inoltrano nel Parco, percorrono habitat ricchi di biodiversità e molto diversi tra loro. Attraversando il bosco mesofilo, le radure, le zone di canneto e di lanca si raggiungono ampie spiagge affacciate sul grande fiume.
La tipica associazione vegetale che caratterizza le zone più asciutte della valle fluviale è il querco/carpineto, che si sviluppa nel suolo profondo della bassa pianura, con alberi di farnia, olmo, carpino, acero e pioppo nero. Anche lo strato erbaceo è molto rigoglioso e caratterizzato da anemoni, pervinca e mughetto che in primavera formano affascinanti macchie profumate. In prossimità dei canali e delle lanche le rive sono occupate da tife, carici, canne di palude e, più raro, il giglio d’acqua.

LA FAUNA

Grazie alla notevole estensione di ambienti naturali e seminaturali ben conservati, all’interno del Parco del Ticino sono presenti interessanti popolazioni di fauna selvatica, comprese alcune specie poco diffuse altrove. Numerose specie di mammiferi (scoiattolo, tasso, volpe, capriolo, cinghiale, piccoli roditori), anfibi e rettili vivono nel folto del bosco o lungo le rogge mentre nelle zone più aperte e lungo il fiume gli abitanti per eccellenza sono le oltre 246 specie di uccelli stanziali, svernanti e di passo.


IL CENTRO PARCO "LA SFORZESCA"

b

Alle Porte della città di Vigevano, percorrendo la S.P. 206 Vigevano-Pavia si trova la frazione Sforzesca, un piccolo antico borgo ricco di storia e cultura. La “villa della Sforzesca” si compone di diversi complessi monumentali nati in successivi momenti storici. La sua origine è legata alla donazione di terreni da parte del comune di Gambolò a Ludovico il Moro andando così ad estendere le proprietà della famiglia Sforza. Nel 1486 Ludovico fece erigere “il Colombarone”, si tratta di una struttura rurale a corte chiusa arricchita da quattro torrioni che fungevano da vedetta e da riparo utilizzata come residenza di caccia e importante centro agricolo.

Accanto alla cascina sorsero nello stesso periodo gli edifici adibiti a residenza dei salariati, piccole abitazioni affacciate sulla Via dei Fiori così chiamata per le belle aiuole che ne arricchivano gli ingressi. Nel corso dei secoli la Sforzesca fu teatro di alternate proprietà e vicissitudini, attorno alla metà dell’800, sorsero nuove imponenti costruzioni come la villa padronale circondata da un esteso parco, la Chiesa di Sant’Antonio e un edificio scolastico. All’interno di quest’ultimo, attualmente, si trova il Centro Parco Ticino “La Sforzesca”.

LE ATTIVITA'

Il Centro Parco è il punto di partenza ideale per escursioni a piedi o in bicicletta lungo i numerosi percorsi che si snodano all’interno del Parco del Ticino. I sentieri presenti permettono al visitatore di immergersi nel fascino dei magnifici boschi di querce, ontani, carpini, sopravvissuti all’avvento dell’agricoltura e che circondano come una cornice le acque azzurre del fiume Ticino. 

Servizi offerti
:: Punto Parco Info
:: Punto Parco libro
:: Noleggio mountain bike
:: Area pic-nic dotata di servizi igienici

:: Sala conferenze e sala video

Attività

:: Eventi culturali e ricreativi
:: Progetti di educazione ambientale
:: Visite guidate su prenotazione

:: Organizzazione di una o più giornate: natura, sport e cultura nel Parco Ticino

La struttura

Il Centro Parco "La Sforzesca",  gestito dallo Studio Emys, si trova in Comune di Vigevano - PV. La struttura, oltre alla funzione di Centro Informazione per i turisti, si offre come punto di partenza per escursioni a piedi o in bicicletta lungo i numerosi percorsi che si snodano all'interno del Parco Ticino.

Il Centro "La Sforzesca" è situato, presso le ex scuole elementari, sulla via che conduce ai boschi dei Ronchi e Ghisolfa, proprio nei pressi dell’anti-ca villa ducale, voluta da Ludovico il Moro.

Il Centro Parco ospita un ufficio decentrato del Settore Vigilanza ed è la sede del Distaccamento di Vigevano del Corpo Volontari del Parco Ticino.

Sono numerosi gli eventi e le attività organizzate ed aperte al pubblico: escursioni e visite guidate, conferenze, proiezioni, giornate a tema, mostre, corsi naturalistici.

"La Sforzesca", inoltre si propone alle scolaresche come punto di partenza per le escursioni guidate nei boschi, alla scoperta di avventure intrise di storia e natura in un contesto decisamente affascinante.

INFO E PRENOTAZIONI

Telefonare a LAURA: 338.9737677
oppure scrivere all'indirizzo mail: info@studioemys.it


** SCARICA IL VOLANTINO DEL CENTRO PARCO **